';

Quando risale la nascita dell’opera lirica?

Perchè l’opera lirica nei nostri eventi nel Chianti?

Gli eventi di Opera in The Kitchen, come suggerisce il nome, sono caratterizzati da un legame tra la cucina tradizionale italiana e l’opera lirica.
Che sia una cena o un corso di cucina, l’opera lirica conclude la piacevole esperienza attraverso le più belle Arie dell’Opera lirica italiana.
Tutto questo è possibile grazie alle cantanti soprano e le musiciste, che con la loro esperienza riescono a far diventare la loro performance intima e familiare.

Ma quando nasce l’opera lirica?

Agli albori del XVII secolo si assiste a quella che può essere definita la prima forma di melodramma

opera all'aperto in Chianti con l’Euridice, composta da Jacopo Peri sul testo pastorale del fiorentino Ottavio Rinuccini. Esattamente il 6 ottobre 1600, questa appassionata storia amorosa venne rappresentata per i festeggiamenti delle nozze di Maria de’ Medici e del re di Francia Enrico IV; all’opera assistettero i 200 invitati alle nozze, benché molti manifestarono delusione e rammarico per lo scarso valore della stessa. Ciononostante la data segna l’inizio del “recitar cantando” che già dal 1573 la Camerata fiorentina dei Bardi aveva teorizzato.
A ciò seguirono l’Orfeo (1607), il Lamento di Arianna (1608) e l’Incoronazione di Poppea (1643), tutte madrigali di Claudio Monteverdi, rappresentati soprattutto alle corti dei nobili fino al 1640, quando nacquero i primi teatri pubblici a pagamento dove si rappresentavano i drammi per musica.

Questi teatri inizialmente funzionavano durante il Carnevale e soprattutto a Venezia, ma poi si diffusero in tutta Italia e in Europa con l’evoluzione settecentesca del recitar cantando in opera lirica o melodramma. È proprio allora che la figura del cantante d’opera diventa preponderante, ricercato per la sua maestria e ben remunerato.
CREDIT: SAPERE.IT

Recommend
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • LinkedIN
  • Pinterest
Share
Tagged in
WhatsApp chat