';

Storia del calice da vino

Oggi esiste una grande varietà di calici per il vino, ma nel passato cosa si utilizzava?

wine glassNell’antichità si utilizzava una ciotola con ansa, la quale poteva essere di legno, ceramica o terracotta; ma con l’inizio della lavorazione dei metalli e del vetro fecero la comparsa i calici, spesso con decorazioni e ornati da pietre preziose.
Nel XVIII secolo prende piede l’uso del tastevin, letteralmente ‘assaggia vino’, che serviva per assaggiarlo e sottoporlo ad esame. Questo strumento fu molto utilizzato, ma attualmente è stato sostituito dal bicchiere da degustazione.
Nel XVIII secolo compaiono i primi bicchieri di cristalli e anche i bicchieri specializzati, come il flûtes per lo Champagne.
Nel XX secolo si abbandona le tendenze decorative e si creano i calici secondo le forme più opportune per valorizzare il sapore del vino. 

Impara durante i nostri eventi la perfetta degustazione dell’eccellenza italiana… Il Prosecco! https://operainthekitchen.com/prenota-ora/

 

Opera in Chianti

Music in Chianti

Private chef in Chianti

Private dinner in Chianti

Events in Chianti

Recommend
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • LinkedIN
  • Pinterest
Share
Tagged in
WhatsApp chat